Immondizia e coda di paglia

di Wallace Henry Hartley

Seguire le vicende della spazzatura napoletana è solamente sconfortante. Un film già visto ogni anno, con le stesse sequenze, gli stessi attori, gli stessi identici dialoghi: una città assediata da 7 mila tonnellate di rifiuti; scuole chiuse per circa 100 mila bambini; rimpallo di responsabilità politiche; rimpallo di responsabilità tra regioni; manifestazioni di gente incazzata; manifestazioni di gente sobillata per mero calcolo elettorale. Un quadro che comincia pericolosamente ad assomigliare all’Albania dei primi anni Novanta.

La differenza è che, a quanto pare, siamo arrivati al limite e la situazione sta sfuggendo di mano. E la dimostrazione la danno giornali, radio e tv quando annunciano che una nave sta partendo da Napoli per portare via un po’ di immondizia: specificando, con cura, che orario di partenza e luogo di arrivo sono rigorosamente top-secret. Addirittura.

Annunci