L’importanza di essere Napolitano

di Wallace Henry Hartley

Nella mattinata di oggi il Capo dello Stato Giorgio Napolitano ha avuto un malore. Era a Trento, dove teneva una lectio magistralis dopo il conferimento del titolo di professore straordinario della locale Università. Le cronache dicono che la cosa si è risolta immediatamente e il Presidente della Repubblica sta bene, ora.

Napolitano aveva tante caratteristiche per dispiacere a molti e risultare poco “aggregante”: ex comunista, meridionale, “homo politicus” di lungo corso. Eppure è riuscito a imporre un carisma che molti, forse, non sospettavano, anche grazie a semplici gesti come il taglio delle spese del Quirinale. Considerato che è ormai uno dei pochissimi rappresentanti delle istituzioni ancora stimato e rispettato nell’opione pubblica, speriamo – qui dal ponte della nave che lentamente affonda – che tenga duro e goda di buona salute per lunghissimo tempo. Perché, in caso contrario, l’anarchia in Italia diventerebbe totale e incontrollata. E di questo ne faremmo volentieri a meno.

Annunci