Ma perchè non si fa i fatti suoi?

di Wallace Henry Hartley

L’ex comunista stalinista, poi socialista, poi forzista, poi teo-con, poi papista Giuliano Ferrara torna a combattere le sue battaglie etiche che gli hanno valso, alle ultime elezioni, lo zero e qualcosa per cento di consenso. Sul suo Foglio, Ferrara si lancia in una campagna per impedire che la povera Eluana Englaro possa terminare i suoi giorni in maniera dignitosa e pietosa e propone pagliacciate mediatiche come portare bottiglie d’acqua sul sagrato del Duomo di Milano.

Il rispetto per l’altrui dolore dovrebbe essere il primo punto di ogni codice comportamentale. E invece Giuliano Ferrara continua a ripetere il suo antipatico esercizio di speculare sui temi etici per guadagnare le prime pagine dei giornali. Dopo averlo fatto parassitando il dolore delle donne costrette a ricorrere all’interruzione di gravidanza, oggi si ripete svolazzando come un avvoltoio sulla tragedia di una donna in stato vegetativo da sedici anni e di un padre che per tutto questo tempo l’ha accudita e curata.

Speriamo almeno abbia gli incubi di notte, questo arrogante e prepotente signore, l’ex comunista stalinista, poi socialista, poi forzista, poi teo-con, poi papista Giuliano Ferrara.

Annunci