«Luxuria come Obama»: vi faccio vedere come muore la sinistra

di Wallace Henry Hartley

Scrive il quotidiano di Rifondazione Comunista, Liberazione: «Vladimir come Obama? È un po’ esagerato e fluxuria_isola_inf-200x150atecelo dire. Con il primo presidente afroamericano si rompe il pregiudizio che per più di un secolo ha tenuto un popolo lontano dalla più importante istituzione americana. Con Vladimir all’Isola si rompe il tabù dell’eterosessualità a tutti i costi». E ancora: «Esagerando, ma fino a un certo punto, noi di Liberazione abbiamo comparato la sua vittoria di lunedì sera a quella di Obama alle presidenziali Usa. Il trionfo mediatico che ne sta derivando dice che c’è il rischio che la provocazione diventi realtà. Anche perché la nostra democrazia a responsabilità limitata ormai è un’autocrazia televisiva. Quindi se la rottura degli schemi arriva dal piccolo schermo, allora qualcosa è cambiato».

Sì, voi. In peggio.

Annunci