Opposizione: si scioglie il Pd, arriva Sky

di Wallace Henry Hartley

«In una fase in cui tutti i governi del mondo stanno tagliando le tasse e aumentando le spese pubbliche per sostenere i consumatori, non ci aspettavamo certamente che il governo italiano andasse in senso opposto. E il fatto è ancor più sorprendente se si pensa che l’intera campagna elettorale del Popolo della libertà è stata basata sulla promessa che non sarebbe aumentato il carico fiscale. Senza contare che con il provvedimento annunciato venerdì scorso si vanno a colpire proprio le tv digitali, cioè uno dei pochissimi settori dell’economia italiana che continuano a crescere».

Parole di Tom Mockridge, amministratore delegato di Sky Italia, cornuto e mazziato dalla decisione del governo di raddoppiare l’Iva delle pay-tv.

Sky è già pronta ad usare l’artiglieria pesante: «Stiamo preparando una campagna pubblicitaria per avvisare i nostri abbonati dell’aumento dell’Iva. È nostro preciso dovere farlo, per correttezza nei loro confronti. James Murdoch, presidente di Sky, è ovviamente d’accordo. E così Rupert Murdoch, che guida quella News Corporation alla quale Sky Italia fa capo. Mi sorprende semmai il fatto che il governo, nel presentare il piano anticrisi, non abbia voluto informare gli italiani della decisione di aumentare le tasse».

Annunci