Il mio testamento biologico

di Wallace Henry Hartley

Ecco, se un giorno, sventuratamente, dovessi finire su un letto, in stato vegetativo permamente, gradirei essere curato e accudito nei limiti medici e tecnologici che esistevano al tempo di Gesù Cristo. Se posso mangiare, datemi da mangiare. Ma se dovete infilarmi sondini e altri cazzi, per cortesia, evitate: ci vuole un medico laureato e specializzato per farlo, non lo sapevate?

Annunci