2012, i prezzi calano. In Svizzera

di Wallace Henry Hartley

La prima notizia è che in Svizzera i giornali escono anche a Capodanno. La seconda notizia è che il quotidiano Le Matin, il 1° gennaio, ha aperto trionfale annunciando un generale ribasso dei prezzi previsto per il 2012. «Le prospettive sono piuttosto buone», dice un dirigente della Confederazione elvetica. E giù un elenco di liete notizie: affitti più bassi, elettricità meno cara, salari in aumento, riduzione delle tariffe telefoniche, calo per l’imposta federale diretta e per i tassi doganali dei prodotti hi-tech. La lettura dell’articolo, seduto in un bar del Vallese bevendo un pessimo espresso, mi ha procurato un certo disorientamento.

Annunci